Il progetto MV Agusta

Meccaniche Verghera Agusta. Un nome, una storia.

MV Agusta ha una storia fatta di successi e di record tutt’ora imbattuti sia nel mondiale piloti che nel mondiale costruttori con una grande quantità di premi acquisiti già prima del 1956, anni della produzione massiccia delle mitiche 125 TR, TRA e 150 Rapido Sport.

La passione per questo marchio alle Officine Di Matteo inizia quasi per caso, quando un rottame di una motocicletta MV Agusta finisce nelle mani di Roberto e Fabio, durante il restauro della Ducati Scrambler 350 Phoenix, quando Mr. Brando vendette un modello raro di MV Agusta 125 GTL per 250 euro.

 

la Buona, la Brutta, la Cattiva, la Regina e la Kocis

Nel corso degli anni, quattro modelli di MV Agusta sono stati acquisiti dal Team:

2 responses on “Il progetto MV Agusta

  1. Posseggo un moto mv augusta 125 gtl del 1969. Sono indeciso se restaurarla perche’ ho paura dei costi
    troppo alti. Credo che il motore sia in ordine almeno prima di lasciarla in cantina nel 1988 funzionava ottimamente. Di ricambi penso che occorre: sella, contachilometri, fanalino posteriore ,supporto per bauletto laterale ,manubri originali con manicotti in gomma adesivi per serbatoio .
    vorrei sapere in quale città siete.

  2. Salve, i costi possono essere abbattuti facendo molte cose in proprio. Noi stiamo restaurando diverse MV utilizzando esclusivamente il carozziere e il cromatore per la verniciatura e la cromatura. Abbiamo tagliato i costi di molti restauri smontando, sverniciando, lucidando, e facendo quasi tutto a mano senza far lievitare i costi. Il costo totale del restauro dipende molto dallo stato della motocicletta. Tanto per dirne una, parlando del serbatoio, per renderlo perfetto e restaurato in modo corretto si deve operare dentro e fuori, quindi con l’ispezione con telecamera endoscopica dell’interno del serbatoio al fine di individuare eventuali attacchi di ruggine, il passaggio quindi della tankerite, la sverniciatura dello stesso (previa mappatura delle dimensioni dei due colori rosso e bianco), la rimozione di eventuali bozzi e danni al serbatoio, il passaggio del primer e poi il passaggio alla verniciatura con infine la revisione dei rubinetti e dei filtri dei rubinetti. L’eventuale presenza di ruggine o di bozzi da riparare o forature, fa lievitare il costo del progetto di molto, quindi è difficile da subito stimare il costo completo del restauro della motocicletta. Lo stesso vale per il motore, la parte più critica di tutto il restauro. Volerlo aprire per revisionarlo porta a costi di anche 1.000 euro, sempre a patto che non vi siano lavori di sostituzione o di rettifica da fare, senza contare che molti meccanici non amano mettere le mani su motori così “antichi” e che quindi si rischia di mettere il motore in mano a qualcuno che poi effettivamente no sa come portare a termine il lavoro.
    Rispondendo alla domanda, noi siamo a Roma ma non abbiamo un’officina aperta al pubblico. Il nostro sito è un punto di incontro per gli appassionati. Si chiama Officine Di Matteo ma non rappresenta il sito di un’officina aperta al pubblico. E’ il nostro hobby e non è il nostro lavoro. Relativamente ai ricambi, ebay, subito, kijiji e i mercatini locali sono i luoghi migliori per reperirli. Ricorda che le selle sono tutte differenti tra le varie MV dell’epoca. La 125 GTL ha una sella lunga che entra fino a sotto al serbatoio, come quella della 150 RS, da non confondersi con le selle delle 125, più corte di circa 10 centimetri, e che non entrano sotto al serbatoio.

Rispondi a Garage Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current month ye@r day *