Il progetto MV Agusta 125 GTL

MV Agusta rappresenta uno dei progetti più interessanti in quanto a restauro. La famosa casa Italiana ha prodotto infatti modelli capaci di vincere per molti anni campionati mondiali di motociclismo negli anni ’50 e ’60, al punto di celebrare tali traguardi con l’aggiunta di adesivi posti sui serbatoi dei modelli, attestanti anno, nazione e premio conquistato. Roberto e Fabio hanno acquisito un modello di MV Agusta quasi per caso, comprando un “rottame” buttato nel garage di un amico, per il prezzo di euro 250,00.

Il modello sconosciuto di MV Agusta

Quando si acquista una motocicletta nello stato in cui versa la presente (vedrete le fotografie più in basso), la parte più problematica del lavoro non è quasi mai il restauro in sé, quanto in alcuni casi, capire di quale esatto modello storico si sta parlando. Se poi si tratta di MV Agusta 125 (come questa ci è stata spacciata inizialmente), dovete sapere che ne esistono decine di differenti modelli, alcuni a 4 marce, altri a 5, alcuni GT altri GTL, e a distanza di 60 anni è molto facile perdersi. Se poi si scopre che ad ogni sotto-modello corrispondono accessori e caratteristiche di telaio e di accessori differente, tutto si complica ancora di più, soprattutto quando, come in questo caso, si devono ricercare molti pezzi mancanti.

La foto seguente mostra il primo dubbio identificativo. Nei cerchi bianchi si nota il dettaglio di due coppie di strani e inesplicabili supporti vite, che non dovrebbero essere assolutamente presenti nell’MV Agusta 125 dei modelli storici riportati su Wikipedia e sul sito MV Agusta.

mv-agusta-strani-supporti

I due supporti vicini agli ammortizzatori potrebbero spiegarsi come i supporti di aggancio dei due bauletti laterali tondeggianti, presenti nell’MV Agusta 150 RS o nella 125 GTL. I due supporti sulla parte frontale invece sono quelli che rimangono maggiormente incomprensibili. Nessuna fotografia di nessun modello di Agusta ha infatti tali supporti, che rimangono inspiegati.

Questo strano dettaglio non può essere assolutamente ignorato. Potrebbe trattarsi a tutti gli effetti del dettaglio più importante di tutti per arrivare all’identità precisa del modello da ricostruire.

Va detto anche che questi supporto non sono stati aggiunti in un secondo momento. Hanno la stessa verniciatura del resto del telaio e sembrano a tutti gli effetti li dal giorno della costruzione del telaio. A cosa potrebbero mai servire?

Era giunto il momento di andare a fare un giro al PRA, per una visura, che avrebbe confermato l’identità “di ufficio” della motocicletta con il seguente responso: “MV AGUSTA 125 GTL” (Gran Turismo Lusso). A quanto pare, si tratta di un modello “più raro”. Questo responso non è stato di aiuto, poiché cercando in rete (sito ufficiale MV AGUSTA reparto Moto Storiche)  e presso altri siti web, ecco come sembra l’VM AGUSTA 125 GTL.

separazione
mv-agusta-125-gtl-original-photo mv-agusta-125-gtl-original-photo-2 mv-agusta-125-gtl-original-datasheet-4 mv-agusta-125-gtl-original-photo-3separazione

Comunque nessuna foto è in grado di spiegare i due supporti frontali vicino al motore. Inoltre, a differenza del Datasheet originale, disponibile cliccando qui, il manubrio della moto è differente dall’originale, e sembra più quello di una 125 TR.

Dopo qualche giorno di ricerche, vengono in aiuto gli amici del Motoclub Tingavert, che supportano le ricerche fornendo questa fotografia di un 125 GTL, in cui spuntano i supporti, e la fotografia successiva, che mostra il tipo di bauletto che potrebbe essere ospitato su tali supporti a vite.

separazionemv-agusta-125-gtl-van-1965
mv-agusta-125-gtl-van-bauletti-attacchi-straniseparazione

And what could be placed on thees supports? The answer comes once again from the expert users of Tingavert Forums, with the following picture that shows the possible type of iron bags that could be handled laterally.

Un altro interessante dettaglio. Il serbatoio non è quello corretto!

La fotografia successiva mostra ancora uno degli strani supporti (cerchio grande), e due piccoli cerchi intorno alla connessione impossibile tra il serbatoio e il telaio, che anche se sollevato, non combacia. Non è quindi questo il serbatoio giusto per la motocicletta, momentaneamente parcheggiata in una cantina, in attesa di liberare posto nel garage/officina.

mv-agusta-strani-supporti-2

Le fotografie seguenti mostrano lo stato iniziale pre-restauro della motocicletta (acquistata dal venditore Sig. Brando) e il serbatoio (non adatto a questo modello), acquistato presso l’officina del Sig. Vincenzo Battaglia a Roma.

separazione

detail-mv-agusta-125-150-tank-brand detail-mv-agusta-125-150-tank detail-mv-agusta-125-150-tank-3 detail-mv-agusta-125-150-supports detail-mv-agusta-125-150-shape-rear detail-mv-agusta-125-150-shape-middle detail-mv-agusta-125-150-shape-front-2 detail-mv-agusta-125-150-shape-front-1 detail-mv-agusta-125-150-shape-1 detail-mv-agusta-125-150-frame-rear detail-mv-agusta-125-150 mv-agusta-manubrio separazione

Prosegue…

One response on “Il progetto MV Agusta 125 GTL

  1. Complimenti!!!
    Far rivivere i tempi felici passati deve essere una soddisfazione unica e meravigliosa.
    La MV 125 GTL è il mio sogno ricorrente… memoria della mia gioventù.
    Se la trovassi bellissima come quella che vedo restaurata…
    Se ne trovano?
    Quanto costano?
    Grazie se mi vorrete rispondee….
    Cordialissimi saluti
    Franco
    Franco

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current month ye@r day *